venerdì 27 aprile 2018

Norvegia: le città, cosa vedere e dove mangiare


La Norvegia è un paese molto esteso ma poco popolato: circa 13 abitanti per km quadro. Le città sono poche, e quelle degne di essere visitate ancora meno. Perché la grande bellezza della Norvegia è la NATURA: una natura incontaminata, sconfinata, grandiosa. Se siete dei tipi metropolitani (come sono io) potreste non apprezzare pienamente questo paese  (ma di questo vi ho già parlato in questo POST). 

Nel nostro viaggio in Norvegia della scorsa estate abbiamo visitato LE CITTA' PIU' IMPORTANTI (tranne quelle a nord come Tromso e Ala), e ho pensato di racchiudere in questo post qualche consiglio su cosa vedere, partendo dalla capitale e risalendo pian piano verso nord per arrivare fino a Bodo.


OSLO



Il teatro dell'Opera di Oslo

Oslo è la capitale della Norvegia, ed è una città GIOVANE, relativamente recente. La parte più antica è quella in cui si trova il castello (in realtà una fortezza),  risalente al XIII° secolo, ma per il resto gli edifici sono tutti di costruzione moderna. Il suo fiore all'occhiello è il TEATRO DELL'OPERA (Operahuset): una edificio di architettura moderna (è del 2007), costruito in marmo e granito e affacciato sul fiordo di Oslo. La particolarità di questo edificio è che è stato costruito in modo da poterci camminare sopra (ma anche sotto e di fianco) grazie a una serie di scalinate che lo circondano. 
Se siete appassionati di arte potete visitare il museo dedicato a Munch (Munch-Museet), nella prima periferia della città: sappiate però che il famoso "Urlo" non è esposto qui ma alla Galleria Nazionale (Nasjonalgalleriet). Se invece viaggiate con bambini sappiate che c'è anche il Museo delle Navi Vichinghe (Vikingskipshuset)


  • Da non perdere: il Teatro dell'Opera
  • Dove mangiare: Vippa, dentro al porto, è un locale giovanissimo e molto alla moda dove si trova qualsiasi genere di street food, che si consuma in grandi tavoli da condividere. I prezzi sono abbastanza contenuti (cosa più che rara in Norvegia) 





ALESUND


Il Museo dell'art nouveau di Alesund

Alesund ci era stata dipinta (da guide e dai locali) come una città meravigliosa, da visitare assolutamente in quanto capitale norvegese dell'ART NOUVEAUSaranno state le aspettative troppo alte, il fatto di aver  visitato (in altri paesi) città dove l'architettura nouveau era veramente notevole, o semplicemente il tempo uggioso, ma la delusione è stata veramente cocente. Abbiamo trovato Alesund una città grigia e piuttosto triste. Dopo essere stata completamente distrutta in un incendio ai primi del novecento, per evitare che accadessero altri disastri venne ricostruita in muratura (cosa piuttosto stravagante in Norvegia, dove le case sono tuttora prevalentemente in legno) e per fare ciò venne chiamato un famoso architetto che volle decorare i palazzi con qualche richiamo art nouveau. Ora non aspettatevi palazzi maestosi come a Riga o Budapest: Alesund è una città MOLTO PICCOLA, e gli edifici del centro storico non hanno più di 2/3 piani.  Anche le decorazioni sono piuttosto semplici, sebbene effettivamente ricordino questo stile. Nella speranza di risollevare le sorti della giornata (e per tirare sera) abbiamo visitato anche il museo dell'Art Nouveau (Jugendstilsenteret_and_Kunstmuseet), allestito in una ex farmacia. Il museo è carino, non tanto per gli oggetti esposti, quanto per il filmato multimediale che ripercorre la storia della città dall'incendio alla ricostruzione.

  • Da visitare: Jugendstilsenteret_and_Kunstmuseet 
  • Dove mangiare: Alesud Søstrene Fryd, un locale moderno con cucina bio, offre piatti di carne e pesce. Quando siamo andati noi c'era anche musica dal vivo. Prezzi nella media norvegese.



BERGEN

bergen, norvegia
Bergen



E' considerata la capitale del Nord del paese. E' la città più turistica della Norvegia, e di turisti ce ne sono veramente tanti: da qui infatti partono le crociere dirette ai fiordi. E' una città animata, e pur essendo turistica, ha saputo mantenere un suo fascino soprattutto nella zona del porto e nell'antico e colorato QUARTIERE DU BRYGGEN, con le tipiche case in legno. Merita sicuramente una visita. 

  • Da visitare: il quartiere Bryggen, a pochi passi dal porto. Il quartiere è stato interamente ristrutturato e le antiche case di legno che un tempo erano sede dei commercianti della lega anseatica, ospitano oggi negozi, gallerie d'arte e locali. Brulica di turisti.

bergen
Bergen, il quartiere di Bryggen




TRONDHEIM


trondheim, norvegia
Trondheim



Trondheim è la città che più di tutte mi ha colpita per la sua VIVACITA'. E' una città carina, con un centro storico di origine MEDIEVALE e (essendo una città universitaria) ci sono un sacco di locali. Da non perdere assolutamente la cattedrale di Nidarosdomen, la zona dei magazzini e quella dei dock (dove ci sono un sacco di locali).

  • Da visitare la cattedrale di Nidarosdomen
  • Dove mangiare a Trondheim: pizzeria Frati. Locale moderno e molto alla moda, su due livelli (ristorante pizzeria al piano terra e birreria al piano interrato). Luci soffuse, arredamento vintage e atmosfera molto rilassata. La pizza era ottima, straconsigliato.

trondheim, norvegia
Trondheim

 Per le ultime due città non ho foto... ma ho delle ottime motivazioni!

NARVIK



Narvik è probabilmente la città più brutta della Norvegia, ma ospita un museo molto interessante che vale una visita: il Museo della Guerra. Questa città a Nord del circolo polare artico ebbe infatti un ruolo strategico durante la seconda guerra mondiale, e proprio qui si combatterono alcune battaglie che si conclusero con la sconfitta definitiva della Norvegia e la conseguente invasione da parte dei tedeschi. Per il resto, una volta visitato il museo, se potete, scappate da questa città. 

  • Da visitare il Museo della Guerra
  • Dove mangiare a Narvik: pizzeria Bella Napoli è una pizzeria moderna, al secondo piano di un palazzo con negozi e uffici. La pizza non è male!

Narvik è così brutta che mi sono rifiutata di immortalarla.



BODO



Bodo è un importante scalo navale e aereo, potrebbe infatti capitarvi di trascorrere qui qualche ora in attesa di una nave piuttosto che un aereo. Da qui noi abbiamo preso prima il traghetto per le isole Lofoten, e dopo qualche giorno l'aereo di ritorno per Oslo. Bodo è una città principalmente industriale e non offre purtroppo molte attrazioni. 

  • Da visitare: il Nordland museum, dedicato alla regione del Nord Norge, di cui Bodo è la capitale.
  • Dove mangiare a Bodo: in zona porto ci sono locali molto carini e alla moda, ideali per una cena a base di pesce o anche per un semplice drink.

A Bodo siamo rimasti veramente poche ore, giusto il tempo di mettersi in coda per un traghetto e di dormire qualche ora prima di prendere l'aereo per il rientro


Trovi QUI tutti i post dedicati al nostro viaggio in Norvegia



4 commenti:

Anonimo ha detto...

Pensa che invece a me Alesund è piaciuta tantissimo! Ma più di tutto ho adorato la natura, le giornate eterne d'estate e quelle brevissime d'inverno dove il sole sorge e tramonta nel giro di due ore. La luce particolare, dai colori pastello delicati che c'è in quelle brevi giornate.
Federica

Federica ha detto...

hai trovato bel tempo!
Invidio sempre chi visita le città con il cielo azzurro come sfondo: io essendo Fantozzi non ci riesco quasi mai :)

Silvia The Food Traveler ha detto...

Ogni volta che sono stata a Bergen ho mangiato proprio nel locale che hai fotografato, il Tracteursted. Fuori in estate e all'interno nei mesi freddi :-)

Silvia - Banana e cioccolato ha detto...

@federica: ma guarda, per come ce l’avevano descritta, noi avevamo aspettative veramente molto alte da Alesund, forse la delusione è stata maggiore proprio per questo!
@fede: a Bergen in effetti c’era una giornata pazzesca, ma non è sempre stato così... gli ultimi giorni di vacanza è piovuto ininterrottamente!
@silvia: io invece ho fatto la foto ma non mi ci sono fermata!