lunedì 8 gennaio 2018

Il coraggio di avere ancora dei sogni (a 40 anni)

Nel 2018 ho deciso di fare coming out. Ebbene sì, ci sono cose che non sapete.



Da bambini abbiamo tutti dei sogni: poi cresciamo, e alcuni ce li dimentichiamo, altri li mettiamo da parte, altri li cancelliamo definitivamente. Tra quelli che io avevo messo da parte c'era il sogno di diventare una ballerina. Lo ammetto: come altri miliardi di bambine, da piccola sognavo di fare la ballerinaE ci avevo anche provato, ma come spesso accade, un'insegnante severa e arcigna riuscì a uccidere quasi del tutto i miei sogni. Così il sogno è stato messo da parte.


Per tantissimi anni l'ho nascosto, MA SOTTO SOTTO IL SOGNO C'ERA ANCORA.

Poi lo scorso Ottobre è arrivato il mio compleanno, quello fatidico degli "anta", che come già sapete ha mandato in tilt mio equilibrio psicologico, mi ha fatto riflettere su tante cose, e soprattutto mi ha portata a fare un po' il punto della situazione (QUI il post). Così mi sono chiesta se forse non fosse arrivato il momento di concedersi qualche piccola soddisfazione del tutto personale, UNA COSA CHE AVREI FATTO PER ME E SOLO PER ME, come fare un piccolissimo passo per inseguire quello che un tempo era stato un mio sogno: ballare.

E così mi sono ricordata di come la scorsa estate durante una festa vintage mi fossi emozionata di fronte a un'esibizione di ballo. E mi sono detta che forse non era ancora troppo tardi per imparare a ballare, e che FORSE ERA IL MOMENTO GIUSTO PER PROVARCI, prima che fosse davvero troppo tardi!

Ho fatto una lezione di prova e mi è piaciuta, mi è piaciuta molto: mi sono sentita felice e spensierata come non mi capitava da tempo. Ma... Sono stata assalita da mille dubbi e mille paure: sarò all'altezza? mi renderò ridicola? sarò portata? sarò una frana!

Sono stata combattuta fino all'ultimo se iscrivermi o meno al corso di danza. Mi sono presa qualche giorno di riflessione, e un paio di giorni prima del mio compleanno, poche ore prima di partire per Londra... mi sono iscritta!

Ho tenuto la cosa nascosta a molti, perché MI VERGONGNAVO. Mi vergognavo di essere una quarantenne in mezzo a delle ventenni, mi vergognavo di essere imbranata, mi vergognavo di fare una fatica boia a imparare i passi, ma soprattutto mi vergognavo di quello che avrebbero pensato gli altri.

Così è stato per qualche mese, ma oggi mi sono detta: ma perché dovrei vergognarmi?

E quindi questo è il mio coming out: A 40 ANNI HO DECISO DI BALLARE.
Ho fatto un piccolo passo per avvicinarmi a un mio sogno di bambina. Non penso che diventerò mai una ballerina (per questo credo che sia effettivamente troppo tardi!), ma quando ballo mi diverto e sono felice!

8 commenti:

concetta vitulano ha detto...

hai fatto benissimo, inseguire i propri sogni ci fa sentire vivi e liberi :)

Federica ha detto...

E che corso hai scelto?
Sei stata grande

Andrea ha detto...

Insegui sempre i tuoi sogni, anche quando ti sembrano pazzi e strampalati, quando la gente dice che non si può fare, in realtà sta solo ammettendo che loro non si metterebbero mai in gioco per paura di fallire. OSA !!!! = Obbiettivo Seguito da Azione !!!! Brava Silvia !!!

Icaro ha detto...

Bravissima! Vedrai che avrai tante soddisfazioni! Per fortuna le maestre i danze di ora sono più tranquille... Anche la mia era tremenda!

Natascia ha detto...

Hai fatto benissimo... i sogni non hanno età!

Anca ha detto...

Credo di capirti tanto, anche io provavo le tue sensazioni di vergogna ecc ecc nel seguire certe mie passioni...alla fine, trovando il coraggio di fare il primo passo, ci spuntano anche le ali per inseguire i sogni. Bravissima! Ti attira un tipo di ballo in particolare ? un abbraccio anche a Jolie!

BonBon Delì ha detto...

Ciao Silvia, sono una tua nuova iscritta!
Hai fatto benissimo a scegliere di seguire i tuoi sogni, anzi lo dovrebbero fare tutti, a tutte le età!
Ho da poco aperto un blog dedicato al make-up, skincare e non solo.

Passa a trovarmi, se ti va! ;)

Aldabra ha detto...

Ma che bello! Hai fatto bene